Gianduiotti

Il Gianduiotto è il cioccolatino tradizionale della città di Torino, a forma di barca rovesciata solitamente avvolto in carta argentata o dorata.

I Gianduiotti sono ottenuti impastando nocciole della varietà Tonda Gentile Trilobata coltivata esclusivamente in Piemonte con cioccolato.

Questo cioccolatino dalla tradizione secolare, deve il suo nome alla famosa maschera torinese Gianduia, che lo distribuì per la prima volta in occasione del carnevale cittadino del 1865.

Gianduia o Gianduja è appunto una maschera popolare torinese, ma di origini astigiane, della commedia dell'arte. Il suo nome deriva da Gioann dla doja ovvero Giovanni del boccale in dialetto piemontese.

L’utilizzo della Pasta di nocciole per “tagliare” il cioccolato, si deve all’intuizione di un Maestro cioccolatiere piemontese, Michele Prochet, che a causa della scarsità del cioccolato nella città subalpina, decise di impiegare la nocciola, frutto di facile reperibilità nel territorio piemontese dal gusto molto aromatico seppur delicato.

Entrato ormai a fare parte della tradizione cioccolatiera piemontese, il cioccolatino Gianduiotto, è l'immancabile dono delle ricorrenze, tra i più ricercati souvenirs golosi in Piemonte, apprezzato da grandi e piccini per la sua delicatezza e cremosità.

Gianduiotti

Mostrando 1 - 1 di 1 articolo
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo